Era il 1987 quando il Cavaliere Ottavio Pinna,
facendo eseguire dei sondaggi idrogeologici,
alla ricerca di acqua per irrigare i suoi campi,
trovò un’acqua dalle ottime caratteristiche organolettiche.
Inizialmente offerta liberamente e gratuitamente
alla popolazione locale, l’acqua fu motore imprenditoriale
per Ottavio e la famiglia Pinna che diede vita
a quello che oggi è uno tra i principali stabilimenti
di imbottigliamento di acque minerali in Sardegna.

Le fonti si trovano nel territorio sardo di Villasor,
a circa 20km da Cagliari.
Lo stabilimento sorge nel 1997
in un’area di 100.000mq
di cui 5.000 destinati a produzione e stoccaggio.